Il campionato giunge al termine.
Ultima partita, ultimo atto. Ultimo miglio, ultima rampa.
Il traguardo si avvicina ed è tempo di dare uno sguardo al percorso che ci siamo lasciati alle spalle. Un percorso con qualche ostacolo, ma che alla fine ci ha visto salire sempre più in alto.
E' stato un piacere accompagnare queste ragazze durante una stagione che ha mostrato una grossa crescita tecnica, ma anche individuale e del gruppo. In pochi mesi è stata costruita una squadra, un gruppo, che con tanto lavoro ha potuto affrontare brillantemente tutto il campionato.

E' adesso arriva l'ultima giornata, probabilmente contro l'avversaria più forte e vincere metterebbe una ciliegina su una torta che è già succulenta.

"Comunque vada, sarà un successo". Qualcuno lo dice per circostanza, qualcuno ci crede davvero. Qualcuno pronuncia la frase per scaramanzia, perchè in fondo un pensierino alla vittoria ce lo ha già fatto...
In ogni caso arrivare alla fine del campionato con 11 vittorie su 11 partite e 2 soli set persi "E'" un successo.

C'è un po' di tensione. E' normale.
Si nota fra i genitori, un po' fra le ragazze, un po' agli allenatori e un po' anche fra i dirigenti. Del resto da qualche settimana non si pensa ad altro...
In palstra il caldo è opprimente e questo non aiuta a stare sereni...
Gli spalti sono gremiti dal pubblico delle grandi occasioni, che si integra ai fedelissimi che sempre hanno accompagnato la squadra dandole il massimo supporto.

Le nostre sono a ranghi completi e scendono in campo con Annamari Barbaria, Swami Pedrini, Irene Romano, Cecilia Tarchini, Camilla Galli, Nicole Nocerino, Gaia Battistini, Michelle D'Ascoli, Maila Pontremolesi.
La Carrarese invece arriva con sole 6 giocatrici, ma già dal riscaldamento si capisce che sono selezionate e ben preparate.

E' ora di cominciare, l'arbitro fischia e la prima battuta è per la squadra ospite.

Il primo set inizia bene. Le nostre scaricano la propria tensione con un buon gioco e sfruttano il familiare campo di casa. L'inizio ci vede quindi in vantaggio 8 a 3. Dopodichè la carrarese si assesta e il gioco si fa molto equilibrato. Di fatto si gioca punto su punto, senza che la differenza di punteggia si incrementi o diminuisca. Il primo set comunque è nostro e si chiude 25 a 17.
Si va al cambio campo, consapevoli che è il momento decisivo. Vincere un altro set probabilmente significa aggiudicarsi il campionato.

Il secondo set inizia con le nostre più contratte, anche perchè il livello delle avversarie sale, soprattutto negli attacchi che si fanno più precisi e potenti. La Carrarese prende quindi un piccolo vantaggio prima di 2 punti e quindi di 3 sul 9 a 12. Le nostre devono riorganizzarsi, ma il valore delle avversarie rende tutto più difficile. Comunque sul 14 a 19 si vede una reazione d'orgoglio. Coach Pezzo chiama forze fresche dalla panchina anche per arginare il caldo asfissiante che a qualcuna sta tagliando le gambe. In un crescendo entusiasmante, dove le nostre hanno davvero dato tutto, riusciamo quasi a pareggiare, arrivando sul 21 a 22. A questo punto, purtroppo un paio di errori sfortunati ci costringono alla resa, pur con un onorevole 22 a 25.

Adesso ci si gioca tutto nel terzo set. Purtroppo lo sforzo profuso nel secondo non viene recuperato e le nostre sembrano soffrire sia a livello fisico che mentale. Nonostante i due time-out, non si riesce a ritrovare energia e il primo parziale è un impietoso 1 a 8. Al contempo la Carrarese sembra migliorare ancora il gioco facendo passare quase tutte le azioni di attacco alla loro giocatrice migliore (51) che praticamente riesce a colpirci da ogni posizione, con una varietà di colpi da giocatrice navigata. La speranza resiste fino alla fine, in virtù di qualche recupero quasi prodigioso a cui abbiamo assistito, ma purtroppo questa volta non è così e il set si chiude velocemente 13 a 22.

La delusione scende nel palazzetto. E' inevitabile. Ma subito dopo ripartono gli applausi per una squadra che comunque ha ben figurato e che non ha molto da rimproverarsi.
Le ragazze da parte loro, ritrovano subito il sorriso e comunque alla fine il morale è buono come è giusto che sia e come è sempre stato più o meno durante tutto il campionato.

Onore alla squadra Carrarina, veramente ben preparata e forte di giocatrici che sicuramente si faranno valere anche nelle serie superiori. Il loro campionato non è ancora finito, dovendo recuperare ancora alcune partite, anche se senz'altro a questo punto sono le favorite assolute per la vittoria finale.

Da parte nostra, di certo accettiamo la sfida, alziamo l'asticella e ci prepariamo a tornare il prossimo anno ancora più forti e motivate.

Come sempre, per i titoli di coda, sono doverosi i ringraziamenti, partendo dallo staff tecnico con Paolo Pezzo e Paolo Galli che hanno impresso nel gruppo un barlume di spirito agonistico che ora dovrà essere alimentato e coltivato. Quindi un grazie a tutti i dirigenti a partire dalla responsabile Monica Maldini e a tutti gli altri. Un grazie ai supporters, ovvero lo zoccolo duro dei genitori che hanno seguito, supportato la squadra con il tipo e sopportato le continue pizzate... per festeggiare le vittorie. Grazie anche a tutti gli altri presenti sugli spalti, come le altre ragazze del Futura grandi e piccine, che hanno fatto sentire il loro supporto e che, nell'occasione, hanno addobbato la palestra con striscioni, festoni e palloncini.

Forza Futura!!

Pubblico presente alla partita Futura Under 13 vs Carrarese

"Quando il Futura  chiama Ceparana risponde"  potrebbe essere questo lo slogan, ma sarebbe troppo riduttivo per spiegare quello che abbiamo visto ieri in palestra, perché nel pubblico era bene rappresentato tutto il territorio che orbita attorno alla nostra società. Quindi la società Futura ringrazia  il suo numerosissimo  pubblico che ieri ha sostenuto fino all'ultimo fischio le nostre ragazze under 13. La società   ringrazia  il gruppo allenato da Coach Paolo Pezzo e Paolo Galli e alla dirigente Monica Maldini perchè ci hanno fatto vivere un sogno,  con i gesti semplici e l'umiltà che da sempre appartiene a tutte le nostre atlete. Inoltre noi della Futura siamo fermamente  convinti che

"l'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa... L'importante è quello che provi mentre corri." (Prof. Martinelli notte prima degli esami)

 

 

la maglia del mircone in spalla al nostro direttore sportivo Lionello Battistinidi una cosa siamo certi anche il nostro amico Mircone ha gradito...

Grazie a tutti la Redazione Futura.

U13 - COMPITINO DA 10

Domenica l'Under13 è scesa in campo contro i pari età dell'Olimpia. Il percorso fin qui è stato eccellente, le aspettative sono alte. Giocare in a casa è uno stimolo in più ma anche una responsabilità in più verso il caloroso e numeroso pubblico.

Durante il riscaldamento si nota un po' di tensione, che unita al caldo del pomeriggio, non aiuta a trovare la giusta concentrazione.

Ma è ora di partire. Il primo set scivola via liscio, anche se la partenza è 3 a 0 per le avversarie. Si tratta però di errori nostri, in quanto le ragazze dell'Olimpia, per lo più, sembrano ancora inesperte. Infatti le nostre sono brave a mantenere la calma e iniziano a segnare punti su punti. Il nostro gioco però non è brillante come al solito e sembra che ci si tenda ad adeguarci al ritmo dell'Olimpia a tratti davvero rallentato. Il set si chiude 25 a 10. 

Il secondo set riparte come il primo, con qualche punto di vantaggio per l'Olimpia, ma poi il Futura ingrana la marcia e prima pareggia 4 a 4 e poi conquista un buon vantaggio arrivando agevolmente verso i 20 punti. Da questo momento si spegne la luce. I nostri attacchi diventano più imprecisi e deboli, e l'Olimpia, ben piazzato in difesa, gioca di rimessa e ci mette in difficoltà con attacchi precisi. Andando avanti con i punti, l'Olimpia acquista coraggio e determinazione e recupera molto dello svantaggio. Le nostre sono un po' ferme in difesa e subiscono la partita. Fortunatamente il vantaggio acquisito è sufficiente e anche il secondo set è nostro, con il punteggio di 25 a 21.

Siamo al terzo set. Le nostre sono coscienti di non giocare al meglio, ma sanno che per la classifica devono conquistare ogni punto utile e quindi diventa importante vincere anche il terzo set. Purtroppo la concentrazione non arriva. Il ritmo è sempre basso e le nostre non riescono a scuotersi commettendo errori banali e facendo cadere parecchie palle in difesa. Le avversarie non appaiono irresistibili, tuttavia azione dopo azione, errore dopo errore, il punteggio arriva, inesorabilmente al 20 a 12 per l'Olimpia. il coach Pezzo ha già speso i due time-out e quindi non resta che provare a fare qualche cambio. La mossa riesce sbloccando la testa delle nostre. Si ricomincia a giocare, riprendiamo un po' di velocità e fluidità, le alzate si fanno più precise e i nostri centraloni ritornano efficaci mettendo a terra tanti punti. Accade quello che si sperava: difesa più attenta, attacco più efficace e il gap di punteggio che velocemente si riduce. Con un parziale di 9 a 1 la partita si annulla al 21 pari. A questo punto la situazione è completamente ribaltata con le nostre cariche e le ragazze dell'Olimpia che iniziano a rendersi conto che probabilmente non riusciranno a vincere il set. Il finale è liberatorio e il set finisce 25 a 22.

Con questa vittoria l'Under 13 ha fatto 10. 10 vittorie in 10 partite, di cui 8 vinte a punteggio pieno! Nonostante la giornata non entusiasmante, ancora una volta, si è vista la forza del gruppo, che comunque ha saputo rigenerarsi nel terzo set anche grazie al contributo della panchina. Certo, contro un avversario più forte, sarebbe stato un suicidio, ma già in passato abbiamo visto che se il gioco si fa duro, le nostre si caricano al meglio e sanno dare il 100%, per cui guardiamo agli ultimi due incontri del campionato con molta fiducia.

Ringraziamo gli allenatori Paolo Pezzo e Paolo Galli per l'ottimo lavoro "pscico-tecnico" e il pubblico numeroso che ha voluto accompagnare le ragazze.

La formazione al completo: Maila Pontremolesi, Michelle D'Ascoli, Gaia Battistini, Irene Romano, Swami Pedrini, AnnaMaria Barbaria, Ester Alessi, Cecilia Taurichini, Nicole Nocerino e Camilla Galli.

Ancora e sempre: FORZA FUTURA!!

atlete Futura Evercolor under 13 

Questa sera ore 19:30 ultima del campionato under 13....scendono in campo le due super-potenze  Futura Evercolor vs Pallavolo Carrarese.
Durante il campionato vincendo 11 partite consecutive hanno seminato il vuoto dietro di loro....e questa sera la vincitrice accederà alla fase regionale.....la Pallavolo Futura orgogliosa di queste ragazze invita tutti i propri fans a partecipare per portare come sempre  il loro prezioso contributo.......noi dirigenti siamo fermamente convinti che......Da qualche parte nel Futura esiste un posto dove il confine tra favola e realtà
Scompare.....
Dove le protagoniste sono le nostre ragazze ....e solo loro possono  scegliere il finale!!!!

SU LE MANI PER IL FUTURA...A CEPA SI PUO' IMMAGINATE POTETE

 

Martedì 19 Maggio si sono incontrate le squadre under13 del DonBosco e del Futura in quel di Spezia.

All'arrivo ci aspetta la sorpresa di Maurizia Cacciatori che si è simpaticamente intrattenuta con le atlete del DonBosco e del Futura, con le foto di rito e l'autografo sul braccio. Una piacevole distrazione prima di scendere in clima partita... Ma ormai le nostre sono rodate e la concentrazione non manca.

Grande Maurizia Cacciatori!

Mauri!

E' ora di iniziare e la partita si fa subito combattuta ed equilibrata. Le nostre, forti di un attacco efficace, devono scardinare un'ottima difesa del DonBosco. Il punteggio rimane in equilibrio fino al 10 a 10 dopodichè il futura allunga e chiude il set con un buon vantaggio 25 a 14.

Rotto il ghiaccio, si affronta il secondo set con più tranquillità e le nostre tengono facilmente il punteggio con un buon margine, senza mai rischiare più del dovuto. Il vantaggio arriva in breve a 7-8 punti per poi chiudere il set di nuovo 25 a 14. In questo set il DonBosco si è forse un po' demoralizzato non riuscendo ad essere mai particolarmente incisivo.

Arriviamo così al terzo set. Il Futura è forse troppo rilassato e perde un po' di armonia e forse il DonBosco scende in campo per dare tutto, e con un assetto modificato, fatto sta che l'avvio è veramente equilibrato. Si gioca punto su punto, ma le padrone di casa riescono ad avvntaggiarsi di qualche punto fino al 15 a 9. E' tempo di un time-out rigenerante chiamato da coach Pezzo e di un riassetto della squadra che, quasi magicamente, si ritrova. Il prosiego del set è entusiasmante, con le nostra davvero grintose, determinate e precise. Il DonBosco non regge l'impatto e azione dopo azione il vantaggio si riduce, fino ad annullarsi sul 18 pari. A questo punto il Bombardiere Futura è a pieno regime e il finale è inesorabile con il set che si è chiuso 25 a 19 per noi.

Nonostante il 3 a 0, la partita non è stata semplice. Il DonBosco poteva contare su poche atlete "d'esperienza", compensata però da un'ottima organizzazione e tanta grinta.
Delle nostre mi ha invece colpito la serenità, l'armonia di squadra, e la consapevolezza dei proprio mezzi. Anche nel terzo set, nonostante il punteggio sfavorevole, le nostre sono rimaste unite e quando è stato il momento di dare tutto, di non fare più errori, sono apparse davvero impressionanti nella loro efficacia.
A questo punto della stagione, con gli obbiettivi che si stanno concretizzando, oltre le migliori aspettative, si vede davvero l'ottimo lavoro di tutto lo staff e della dirigenza che ha investito bene su questo gruppo.

La formazione al completo era composta da: Cecilia Taurichini, Nicole Nocerino, Ester Alessi, AnnaMaria Barbaria, Swami Pedrini, Camilla Galli, Irene Romano, Gaia Battistini, Michelle D'Ascoli, Maila Pontremolesi.
Guidate da Paolo Pezzo e Paolo Galli, accompagnate dalla responsabile Monica Maldini e dal solito folto pubblico di affezionati.

Fanno 9 su 9, mancano 3 partite alla fine... voliamo basso, ma continuiamo a volare!!
Forza Futura!!!

 

Sottocategorie

Cerca

f t g